Excite

Tamara Donà: "Tutta la vita a non piacermi, poi ho imparato ad accettarmi"

  • facebook official

Dopo il successo di Clio Make up su Real time con il suo programma dedicato alla bellezza ed ai tutorial fai da te, anche La5, la rete ammiraglia dedicata al mondo femminile, ha deciso di intraprendere lo stesso filone replicando con 'Che trucco!', condotto da Tamara Donà che racconta 'le gesta' dei più importanti make up artist del mondo, mentre correggono e valorizzano l'ospite di turno. Noi di Excite abbiamo avuto il piacere di intervistare Tamara che torna, dopo una lunga assenza sulle reti Mediaset che le avevano dato il successo con i primi programmi della sua carriera, dedicati ai giovani e alle tendenze, come Fuego e Target, ecco cosa ci ha raccontato.

Foto di ragazze anoressiche su Pinterest, le usano per ispirarsi

D: Come sta andando questa esperienza nel campo del make up, una cosa nuova per te?

R: Sì è una cosa nuova, divertente. E poi anche perchè persino le donne che di solito non usano trucchi almeno una volta nella vita vogliono provare a vedersi con il trucco, perchè sentirsi belle e a proprio agio fa parte di tutte noi.

D: Anche perchè mancavano in televisione programmi che insegnassero alle donne a truccarsi, a prendersi cura di sè stesse.

R: Sì adesso è partita questa cosa dei tutorial, Clio (Zammateo n.d.r) ha apero la strada e poi secondo me c'è da fare tanto su questo argomento, sul trucco ma anche su tante altre cose e la cura della persona. Il trucco in Italia non ha visto crisi, si continua a vendere ed è per questo che forse è il modo più facile per prendersi cura di sè senza spendere troppo.

D: Visto che hai citato Clio Make Up, in che cosa pensi che si differenzi Che trucco! rispetto al programma di Real time.

R: La cosa fondomentale è che questo programma ha una conduttrice, che sono io; mentre, nell'altro c'è lei che è truccatrice che conduce, mentre noi abbiamo dei truccatori che fanno parte di questi grandi brand come Chanel, Dior e che rappresentano questi marchi nel mondo. Io che sono la conduttrice sono una mediatrice tra il make up artist e l'ospite, la ragazza in questione che viene prima truccata dal professionista e poi replica da sola, sotto la sua supervisione, sull'altra metà del viso.

D: Questo è anche un tuo ritorno alle Reti Mediaset, dopo un lungo periodo di assenza.

R: E' successo in modo abbastanza naturale, ho trovato un programma che sentivo giusto per me, grazie anche a questi canali tematici che permettono di creare programmi più corti e che danno la possibilità di insegnare qualcosa appunto attraverso i tutorial. Il format del programma mi sembrava una cosa nuova per l'Italia.

D:La televisione sta prendendo sempre più spunto da You tube?

R: Decisamente sì, You tube è un modo veloce per vedere contenuto. Magari chi non ha tempo di vedere la televisione può vedere i contenuti quando vuole su Internet.

D: Qual è il tuo rapporto con i social network, Twitter e Facebook, visto che adesso è una moda tra i vip.

R: Twitter lo guardo sempre con sospetto e non so neanche come si faccia ad entrare. Ho una pagina Facebook per R101, ma parlo solo dei programmi o comunque delle esperienze lavorative. Preferisco i rapporti veri, in carne ed ossa andare a prendere un caffè con un'amica. Ma poi che fine hanno fatto le 'sane' dipendenze di una volta? Il fumo, l'alcohol? (Ride scherzando)... dipendere da Facebook e Twitter è veramente triste, mi sembrerebbe di sprecare il tempo.Io non ho nemmeno l'iPhone, ho cercato di evitare...sono io che devo sfruttare a mio beneficio il mezzo e non il contrario!

D:Che rapporto hai con il tuo corpo, hai mai avuto periodi in cui non ti sentivi bella, non ti piacevi?

R: Diciamo tutta la vita a non piacermi, quando sei molto giovane ed inizi a fare un lavoro così continui a fare i paragoni e non ti senti mai abbastanza magra o bella. Questo che è stato un percorso di accettazione ma che poi ho fatto soprattutto grazie l'analisi per tanti anni, è stato un percorso lungo. Che però adesso all'alba dei trent'otto e mezzo, trentanove anni diciamo che ho superato, mi accetto di più ed ho imparato ad apprezzarmi, ma è stato difficile, a causa dei disturbi alimentari.

D: Forse bisognerebbe fare un programma anche su questo tipo di problematiche?

R: Sì certo potrei proporlo al direttore di rete!

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017