Excite

Stefano Bongarzone ad Excite: "Capelli al sole, parola d'ordine compattezza"

  • Facebook.

I tagli e i colori più trendy dell’estate 2015. Stefano Bongarzone, consulente di bellezza per Uno Mattina e La vita in diretta su Rai1, ci svela i segreti di una chioma perfetta sotto il sole, dalla protezione allo styling.

Quali sono i tagli più alla moda in questa stagione?

Va molto il corto con basetta schematica. È fondamentale tenere presente il concetto della pianezza sulla nuca e sul ciuffo. È un taglio che al mare risulta estremamente comodo, molto femminile e giusto anche per chi ha la fronte molto alta. Va bene sia per le bionde che per le more; per le chiare è bello sperimentare un effetto bicolor: basetta più scura e ciuffo nettamente più chiaro. In questo modo con lo scuro si va a schematizzare il disegno del taglio, con il chiaro si valorizza la morbidezza e il senso della leggerezza.

Parliamo dei colori

La parola d’ordine è compattezza: sotto il sole un colore pieno di pigmento è fondamentale soprattutto per dare al capello la possibilità di scaricarsi naturalmente senza però apparire secco, rovinato e consumato dall’esposizione. I capelli lunghi hanno bisogno di essere maggiormente preparati. Innanzitutto evitare questi shatush marcatissimi d’estate perché le punte chiare rischiano di creare effetti anti-estetici inaridendosi. Quindi è bene scurire un po’ i capelli lunghi prima dei bagni di sole. Una mossa giusta è rinnovare la chioma durante l’estate con pigmenti puri e naturali che avvolgano e proteggano il capello. Per le more sono belli i toni intensi e decisi come il liquirizia, per le bionde io voto le tonalità fredde che cedono ad una base consistente con punte schiarite. Al bando l’effetto shatush, sì al blending.

In cosa consiste il blending?

È una sfumatura che si ottiene sullo stelo, e non solo sulla punta, con una tecnica a sfioramento sulla ciocca. Questo procedimento permette di avere un finish molto più sfumato di uno shatush e più omogeneo per un effetto a scalatura cromatica. Quindi il blending si può fare anche con più colori per risultare ancora più naturale.

Un tempo non era raccomandabile fare il colore prima dell’esposizione. Le regole sono cambiate?

Assolutamente sì. Anzi. Io porto tutte le mie clienti ad avere il colore pronto da rifare a ridosso della partenza, sia per evitare ricrescite durante le vacanze, sia avere un capello pieno di colore che scongiuri il deperimento. E poi diciamo che oggi le formulazioni delle colorazioni sono così innovative che permettono al capello di restare sempre molto curato, la cosmeticità garantisce una lucentezza che consente al colore di mantenere a lungo quel tipo di risultato.

In riva al mare quali accorgimenti?

Innanzitutto la protezione. Ma, altrettanto importante, è la parte restitutiva da fare la sera lavando i capelli il più possibile. Sfatiamo il mito secondo cui i capelli vanno lavati poco. I capelli vanno lavati tanto, l’essenziale è usare un prodotto che corrisponda alle esigenze della cute e delle lunghezze ricordando che la cute va trattata come la pelle. Quindi, lavarli costantemente, idratarli con un balsamo e proteggerli e arricchirli con i sieri.

Style: idee per andare dalla spiaggia all’aperitivo senza passare da casa

È fondamentale il concetto dell’intreccio. Oltre ad essere molto gradevole per quanto riguarda un discorso di styling, è importante perché continua il processo di protezione del capello che, raccolto, si auto-protegge. Si possono realizzare più trecce intrecciate tra loro o singole trecce prese a ciocche alternate in modo da creare movimento. Per passare dalla spiaggia all’aperitivo si può sfruttare lo stesso protettivo sui capelli: invece di lavarli (lasciamo la shampoo al momento in cui si rientra a casa), è bello acconciare la chioma quando è ancora leggermente unta.

Il ritorno della treccia: copia il look delle celebrities

E i capelli corti?

Sempre utilizzando cere protettive è bello scoprire il viso pettinando i capelli tutti indietro, mantenendoli rigidi e un po’ gonfi sulla parte della nuca ma sempre compatti. Per chi, invece, ha una media lunghezza è bello raccoglierli in una banana scomposta, non troppo pettinata, semplicemente arrotolata e fermata con una forcina invisibile: è un’acconciatura ma deve sembrare casuale.

Long bob, il taglio del 2015 preferito dalle celebrities

Cosa fare al rientro dalle ferie?

Innanzitutto tagliare quello che l’estate ha rovinato. Quindi dare subito un piccolo taglio al perimetro tornando al concetto della scalatura intesa come gradazione. Quest’anno la scalatura vuole movimenti morbidi, niente di aggressivo: ciuffi più corti e gradazioni sui capelli lunghi; gradazione anche sui capelli medi; schematici, invece, sui capelli corti. Oltre al taglio è importante l’idratazione.

Che tipo di trattamento consigli?

Una cosa che funziona moltissimo è il trattamento all’ossigeno iperbarico, prima dell’esposizione al sole quanto al rientro: l’ossigeno, abbinato per esempio alle cellule staminali vegetali, garantisce una ricostituzione perché la cute viene stimolata e il capello rigenerato. L’ossigeno iperbarico si diffonde con un manipolo che disinfetta il cuoio e lo prepara a ricevere queste staminali vegetali che contribuiscono al rinnovamento. L’ossigeno aiuta a riaprire le squame perciò non solo prepara il capello a ricevere il prodotto ma lo protegge dagli agenti esterni e dagli agenti chimici.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017