Excite

Sopracciglia tatuate, in o out?

Sopracciglia tatuate, in o out? La domanda è di quelle che nei forum di bellezza scatena sempre grandi discussioni: da una parte infatti c'è chi è contrario a oltranza, ritenendo questo tipo di trucco permanente inutile quando non dichiaratamente "brutto" e dall'altro c'è invece chi lo apprezza e lo sceglie per le più svariate ragioni. Ecco allora alcune riflessioni sui motivi del sì e del no.

    YouTube

Tatuaggio delle sopracciglia: perché farlo?

Le sopracciglia disegnate in modo permanente sono un tatuaggio e come tale vanno valutate: decidere per questa tipologia di trucco senza una ragione forte, ma per motivi di pigrizia o, peggio ancora, per moda, può risultare infatti un grave errore, di quelli che poi si rischia di pagare caro (sia in termini estetici che economici).

Perché allora scegliere di farsi tatuare le sopracciglia? Questa soluzione solitamente viene richiesta da persone che per ragioni di salute o in seguito a determinate cure hanno sopracciglia sottilissime o addirittura assenti e per tale ragione fanno fatica ad accettarsi esteticamente. Analoga situazione in cui possono ritrovarsi donne e uomini che le hanno trascurate e/o 'pasticciate' a lungo, ritrovandosi poi con un disegno innaturale e un arco rovinato. Tuttavia non manca neppure chi vuole farsi tatuare le sopracciglia per averle sempre in ordine e non doversi preoccupare della loro 'manutenzione'. Tutte ragioni in definitiva valide, ma che se nei primi due casi sono sostenute da motivazioni forti ed evidenti, non lo sono invece altrettanto nel terzo.

Come fanno notare gli specialisti del trucco permanente, questo tipo di intervento ha dei rischi - che diventano tanto maggiori quando ci si affida a una persona non esperta - e soprattutto è irreversibile. Se non si ha una ragione estetica evidente, dunque, è necessario chiedersi onestamente se davvero si vuole fissare per sempre il disegno e il colore delle proprie sopracciglia in una sola forma o se forse non è meglio dedicare un po' di tempo - personalmente o da un'estetista - alla cura di quelle vere. In definitiva, dunque, si può forse rispondere alla domanda: "Sopracciglia tatuate, in o out?" con "out", quando l'intervento viene fatto senza una vera ragione d'essere.

Sopracciglia tatuate: cose da sapere per chi le desidera

Appurato che la risposta alla domanda: "Sopracciglia tatuate, in o out?" non è scontata, chi si trova nelle condizioni di avere realmente necessità di effettuare questo intervento estetico deve sapere alcune cose e osservare anche determinate precauzioni.

Intanto, gli specialisti del trucco permanente in primis si raccomandano sempre di affidarsi solo ed esclusivamente a veri esperti del settore, che sappiano consigliare il disegno più adatto al viso, lo spessore e il colore, oltre che essere in grado di eseguire il tatuaggio in modo impeccabile e il più naturale possibile. In seconda battuta, poi, è necessario che la persona stessa si prenda tutto il tempo necessario a decidere la forma e la tonalità con le quali si trova più a suo agio tra quelle consigliate. Infine, come ultimo passo, è bene sapere che il processo di tatuatura delle sopracciglia è lungo, fastidioso (talvolta doloroso) e richiede pazienza, perché prima che il disegno diventi visibile per come è realmente, è necessario che la zona si sgonfi e vada via il rossore (che di solito dura 3 settimane).

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017