Excite

Sapone allo zolfo, funziona?

La sapevano lunga gli antichi Greci, Egizi e Romani. Di fatto, già in quei tempi lontani, si era soliti utilizzare preparati a base di zolfo per trattare le pelli impure e grasse. Vogliamo quindi sapere se il sapone allo zolfo funziona realmente? Se abbiamo una pelle che necessita di un'azione seboregolatrice e purificante, possiamo provarlo.

    iprovenzali

Minerale terapeutico

Tutto parte da una polvere giallognola conosciuta come fiore di zolfo (zolfo purificato), che verrà usata per la composizione di un classico sapone. Le proprietà di questo minerale sono ben riconosciute in campo terapeutico: disinfettante, antinfiammatorio, disintossicante. Un sapone allo zolfo funziona mediante la sua funzione cheratolitica (esfolia naturalmente le cellule morte), a cui si abbinano proprietà astringenti e rinfrescanti.

Ecco quindi che un sapone allo zolfo assume un ruolo importante in vari problemi di pelle, quali: dermatite seborroica, psoriasi, acne, brufoli e punti neri. Un sapone di questo tipo può essere anche usato su spalle, petto e schiena. Spesso, infatti, le problematiche elencate si estendono oltre la classica "zona T" del viso (fronte, naso, mento).

In commercio lo si potrà trovare presso erboristerie e negozi di cosmesi naturale. I Provenzali (iprovenzali.it) propongono una saponetta purificante allo zolfo (100% vegetale), prodotta con metodi del tutto artigianali. Per le Terme di Tabiano (termaldiffusion.it) abbiamo una saponetta emolliente e igienizzante ideale per pelli miste e impure. Su saninforma.it potremo trovare un sapone allo zolfo Idi da 100gr, che garantisce una funzione cheratoplastica e detergente.

C'è anche chi se lo produce da sè. Per un sapone allo zolfo fatto in casa sono sufficienti 50 gr. d'acqua, 300 gr. di sapone di Marsiglia, 3 cucchiai di zolfo in polvere, 1 cucchiaio di olio di mandorle, 10 gocce di un olio essenziale, 1 cucchiaino di colorante cosmetico.

Un uso corretto

C'è una pratica indicata per chi vuole utilizzare il sapone allo zolfo al meglio. Funziona così. Sarà necessario mettere a bollire in una pentola un po' d'acqua, per poi versarla in una bacinella. Ci si copre con un asciugamano e si resta col volto sulla bacinella per circa 10/15 minuti. Questo servirà a dilatare per bene i pori della pelle. Si passa poi ad insaponarsi adeguatamente il viso, per poi risciacquare abbondantemente con l'acqua tiepida.

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017