Excite

Samm Newman, censurata su Instagram perché grassa: scattò un selfie in reggiseno e mutande

  • Instagram

Anche se Instagram è pieno di donne seminude, a quanto pare questo "privilegio" non è per tutti: può capitare che una ragazza sia troppo brutta o troppo grassa per postarvi una foto in reggiseno.

Rihanna: cancellato l'account Instagram a causa delle foto di nudo

E' quanto sembra essere accaduto a Samm Newman: la giovane ha scagliato un feroce attacco al più famoso social network delle immagini per aver rimosso un suo selfie in intimo davanti allo specchio e chiuso il suo account.

La giovane Samm, studentessa americana, aveva postato su Instagram un autoscatto in cui compariva con i capelli bagnati, in reggiseno bianco e mutande rosse. Nonostante qualche chilo in più rispetto alle teenager che solitamente si mostrano in certi selfie, l'immagine incriminata non era molto diversa da tante altre presenti sul social network.

Nonostante ciò, in pochissimo tempo la foto è stata eliminata, forse perché la foto incriminata andasse contro le linee guide della community. Samm però non ci sta e decide di denunciare la cosa al grande pubblico, spiegando che la sua biancheria non era inadeguata e che Grasso non è una brutta parola contro cui combattere.

Dopo la denuncia di Samm, si è sollevata una forte polemica nei confronti di Instagram, a cui è stata inflitta la colpa di discriminare sulla base estetica i propri utenti, al punto di chiudere i profili di chi è meno avvenente in deshabillé. In realtà, i vertici del social network si sono scusati immediatamente con Samm, spiegando che non si è trattato affatto di discriminazione, ma di un semplice errore informatico che ha erroneamente eliminato foto e profilo.

La giovane Samm e le sue seguaci però non se la bevono e continuano la loro battaglia sulle discriminazioni social, respingendo l'ipotesi del tilt informatico.

Nei casi in cui un profilo è stato realmente censurato, in realtà, Instagram non ha mai avuto problemi a spiegare e motivare questa scelta: l'esempio più illustre è sicuramente quello di Rihanna, il cui account è stato chiuso dopo le continue foto in topless postate dalla cantante, culminate con gli scatti ad alto tasso erotico pubblicati sulla rivista Lui. Nel caso di Samm però, la situazione è n po' diversa: l'azienda ha negato tutto per evitare l'imbarazzo, o un semplice bug è stato ingigantito a livello caso internazionale?

Pubblicato da Tania Comi - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Tania Comi

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017