Excite

Quali sono gli errori da evitare quando si lavano i capelli?

Sembra una considerazione banale, eppure non tutti eseguono lo shampoo in maniera corretta. Per quanto si tratti di un gesto che appartiene alla nostra beauty routine, la detersione richiede attenzione nell'esecuzione e nella scelta dei prodotti. Bisogna considerare, innanzitutto, che da bagnati i capelli sono molto più fragili e le eccessive frizioni dell'asciugamano o i colpi di spazzola eseguiti in maniera scorretta rischiano di rovinare le chiome. Anche le formulazioni che decidiamo di applicare fanno la differenza. Perciò è necessario, intanto, capire il tipo di cute e di capello che si deve trattare.
    Facebook

La scelta dello shampoo

La gamma di prodotti è davvero vasta: ce n'è per tutti i gusti perché ciascuno di noi ha esigenze diverse. È un errore, infatti, ricorrere ad un semplice shampoo per capelli "normali", pensando che vada universalmente bene. Innanzitutto consideriamo che spesso cute e lunghezze hanno necessità opposte, laddove, ad esempio, la radice è grassa e le punte sono secche oppure se sulla testa si frormano fastidiose crosticine e le punte sono aride e tendono a sdoppiarsi. La cosmesi ci viene in aiuto con formulazioni ad hoc. Il segreto è non lasciare che la testa si abitui allo stesso prodotto. È buona norma, infatti, alternare preferendo, magari, una volta lo shampoo specifico (variando spesso marca) e la volta successiva lo specifico alternato (per il secondo lavaggio) ad uno delicato.

    Facebook

Mai due in uno

Tante case cosmetiche propongono le soluzioni veloci, ideali per chi fa shampoo e doccia in palestra o in piscina perché evita di portarsi appresso mezzo beauty case. Tuttavia, la scelta di shampoo e balsamo concepiti nella stessa formulazione è un grande errore, madornale per chi ha la cute molto grassa. Il balsamo o la maschera, infatti, sono sieri che vanno distribuiti esclusivamente sulle lunghezze e mai direttamente sulla testa perché hanno una concertazione fortissima, difficile da lavar via. Passando il prodotto anche sulla radice, credendo di detergere, non si fa che appesantire i fusti e rischiare di occludere i bulbi.
    Facebook

La temperatura dell'acqua

Fare attenzione ai centigradi è importante quanto la scelta dei prodotti. Come la pelle, anche i capelli reagiscono alle alte e alle basse temperature. E così, l'acqua troppo calda rovina le lunghezze perché troppo aggressiva. L'ideale è fare lo shampoo con acqua tiepida ed eseguire l'ultimo risciacquo con l'acqua fredda che chiude i fusti. In questo modo non solo la chioma sarà più lucente ma risulterà più facile anche lo styling.
    Facebook

Pettinare le chiome bagnate

I capelli bagnati sono decisamente più fragili e rischiano, perciò, di spezzarsi molto facilmente. Per questo motivo è bene prestare molta attenzione nel momento in cui si frizionano le lunghezze nell'asciugamano o si passano pettini e spazzole. Per quanto riguarda la salvietta, l'ideale è tamponare delicatamente stringendo i capelli tra le mani, come quando distribuiamo la spuma, senza strofinare. Per districare i nodi, invece, approfittate del momento del balsamo o della maschera sotto l'acqua corrente: grazie al prodotto, il pettine scivolerà facilmente tra i capelli senza spezzare i fusti.
    Facebook

Capelli colorati

Soprattutto quando la tinta è stata ritoccata da poco tempo, è bene non eccedere con i risciacqui. L'acqua e lo shampoo, infatti, non lavano via soltanto le impurità ma portano con sé anche i pigmenti delle colorazioni. Se volete che il colore duri più a lungo, dunque, limitatevi ad una sola (ma energica) passata di shampoo in modo da effettuare meno risciacqui possibili.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020