Excite

Mink: la stampante 3D di make up fai da te realizza anche ombretti e rossetti

  • youtube

Lei è Grace Choi e ha scoperto come stampare il make up con una stampante 3D per conquistare il futuro del trucco fai da te ed eliminare l'egemonia delle industrie di cosmetici. Grace ha frequentato la Harvard Business School ed ha portato avanti una ricerca sulla produzione dei cosmetici, scoprendo che le case di bellezza realizzano i loro prodotti semplicemente mischiando molti colori tra loro. La sua teoria parte dall'idea che le case di make up fanno molti soldi su una serie di menzogne, perchè rivendono come materiale altamente esclusivo qualcosa che la tecnologia può fornire gratuitamente, si tratta del colore.

Secondo quanto afferma Grace Choi le case di make up utilizzerebbero gli stessi tipi di inchiostro che vengono utilizzati dalle normali stampanti per realizzare i colori, così Choi ha creato la sua stampante 3D personale di ombretti in modo tale da permettere ad ognuno di poter stampare i colori che preferisce comodamente da casa. Tutto ciò che serve è un normale computer e una stampante 3D che Choi metterà in commercio per la modica somma di 300 dollari. Per far vedere che non c'è trucco e non c'è inganno Grace ha mostrato il procedimento per ottenere il proprio ombretto fai da te.

L'idea è veramente semplice se si pensa. La stampante Mink, è una stampante 3D che utilizza il normale inchiostro. Prima di tutto bisogna scegliere il colore che si preferisce nella vasta gamma messa a disposizione dai normali programmi di fotoritocco, come Pohotshop Microsoft Paint. Bisognerà allora copia incollare il codice del colore su un nuovo documento. Subito dopo la stampante 3D procederà a stampare il vero e proprio ombretto, che potrà essere sotto forma di crema, da utilizzare anche come rossetto, o sotto forma di polvere per fungere da ombretto per il trucco degli occhi.

Il prodotto finale di questa stampante 3D è veramente sorprendente, sembra proprio un normale ombretto e Grace, nella dimostrazione, fa vedere come si può raccogliere la polvere colorata con un normalissimo pennello da trucco e usarla per il proprio make up. Questa idea apre una nuova era del make up fai da te, ma anche molte domande sui prodotti realmente utilizzati dalle industrie di cosmetici, che se fossero veramente prodotti con del normale inchiostro da stampante, richiederebbero un attento studio da parte dell'ente dei consumatori e degli organi predisposti al controllo sui prodotti e il loro impatto sulla salute dei clienti.

Guarda il video della dimostrazione di Grace Choi del make up realizzato con la stampante 3D

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017