Excite

Come realizzare un make up sposa, consigli e tutorial

Qualsiasi buon trucco è ilrisultato di conoscenza, creatività e pratica, ma in alcuni casi diventa particolarmente importante che coesistano tutti e tre i requisiti appena citati. Un esempio è il make up sposa, dove consigli e tutorial dovrebbero essere sempre supportati dalla comprensione dele caratteristiche essenziali dell sposa e dalle regole legate a questo tipo di trucco.

Il trucco per la sposa, tra esigenza fotografica e massima tenuta

Se ci fermiamo un attimo ad analizzare le priorità del make up sposa, possiamo notare come queste ci riconducono soprattutto alle regole del trucco fotografico. Un desiderio molto diffuso, infatti, è quello di conservare i propri ricordi grazie ad un buon servizio fotografico, che sarà il risultato della professionalità del fotografo e di un make up studiato per valorizzare il viso, nonostante l’esposizione alla luce cruenta del flash.

Le fasi del make up sposa, consigli e tutorial

Preparate la base - La pelle dovrà essere pulita e pronta per ricevere il trucco. Oltre alle pulizie del viso eseguite durante i mesi precedenti al matrimonio, è consigliabile eseguire un comune scrub la sera precedente e completare il trattamento con una maschera specifica, mentre il giorno successivo saranno sufficienti una normale detersione e una crema non grassa massaggiata bene sul viso. Applicate generosamente il burro di cacao sulle labbra almeno dalla sera precedente. Potete valutare la possibilità di utilizzare anche dei primer in crema o sotto forma di soluzioni in fiale per aumentare la tenuta del trucco, ma non trascurate di eseguire qualche test prodotto molto tempo prima, per verificare qualsiasi tipo di reazione.

Applicate il correttore – Non utilizzate mai un correttore bianco, ma sempre in una tonalità calda che va dall’avorio pallido all’aranciato caldo, anche se la tonalità potrà essere molto più chiara del fondotinta. Gli errori più comuni sono quelli di esagerare con la quantità di prodotto applicato e non sfumarlo a dovere: in questi casi sulla pellicola fotografica l’occhiaia risulterà accentuata. Utilizzate invece dei prodotti cromaticamente adeguati e ben pigmentati in modo da poterne utilizzare anche solo una piccola quantità.

Stendete il fondotinta - Applicate una goccia di prodotto su fronte, naso, mento, guance e stendete il fondotinta con movimenti verso l’esterno del viso. Senza dubbio è più professionale l’uso di spugnette a taglio triangolare, soprattutto se dovete applicare il trucco sul viso di un’altra persona, ma in realtà la cosa davvero importante è quella di ottenere una base omogenea. Anche chi ha poca dimestichezza con il trucco sa che il fondotinta deve avere una tonalità simile a quella della propria pelle, ma non tutti ricordano però che questa valutazione richiede più di un test dato che bisogna osservare lo stacco cromatico tra viso e collo almeno con le due principali fonti di luce di cui abbiamo parlato.

Opacizzate – E’ uno dei passaggi più importanti di qualsiasi tipo di trucco. Nel make up sposa è necessario non dimenticare di di stendere la cipria anche su collo e décolleté perché la luce del flash verrebbe riflessa in maniera differente, producendo un effetto antiestetico sulla foto.

Truccate gli occhi – Iniziate a segnare brevi tratti con la matita, dopo aver tirato verso l’alto l’angolo esterno dell’occhio. In questo modo potrete colorare anche i piccoli spazi tra le ciglia e questo accorgimento, oltre ad evitare antiestetici spazi vuoti che verrebbero messi in risalto sulle foto, concorrerà a farvi ottenere un make up a lunga durata. Non esagerate con gli ombretti shimmer e soprattutto per creare la classica ombreggiatura sopra la piega della palpebra mobile, utilizzate una polvere matt con una buona resa in applicazione. Mettete in evidenza il punto luce sotto l’estremità esterna delle sopraciglia grazie ad un colore shimmer dalla buona tenuta, ma ricordate di sfumarlo bene per evitare un antiestetico stacco che nelle foto si noterebbe molto di più. Ricordate di sottolineare nuovamente la linea tracciata con la matita con un pennello da eyeliner intinto nell’ombretto della stesso colore. Dopo aver piegato le ciglia con l’apposito attrezzo, stendete con attenzione il mascara e, alla fine, ripassate sulle ciglia uno scovolino asciutto o un piccolo pettine per ciglia, in modo da eliminare ogni traccia di grumi.

Fard e punti luce – Un bravo professionista crea le zone di luce e ombra durante la stesura del fondotinta, ma questa non è una tecnica che può essere improvvisata dato che ogni stacco di colore, sbavatura o macchia, verrebbe messa in evidenza dal flash del fotografo. Un punto luce, però, si può creare sullo zigomo con un prodotto luminoso color avorio in crema o polvere, ricordando anche in questo caso di sfumare con attenzione. Non provate a creare ipotetiche ombre correttive con il fard e neanche un semplice alone che verrebbe facilmente cancellato dalla luce del flash, ma cercate di ottenere una buona sfumatura dove da un punto più intenso situato appena sotto l’osso zigomatico e vicino all’orecchio, si passerà in modo graduale ad un tocco di fard appena accennato che non si avvicinerà troppo a naso o bocca.

Truccate le labbra – Non esagerate con le correzioni perché le luci tendono a mettere in evidenza gli sfalsamenti dei volumi, un problema che può essere minimizzato opacizzando le labbra. Il servizio fotografico di un matrimonio, però, non si conclude dopo pochi scatti quindi sarebbe opportuno applicare un rossetto luminoso dopo aver disegnato e riempito le labbra con una matita. Questo avrebbe il vantaggio di prolungare la durata dell’applicazione, eseguire piccole e veloci correzioni da poter rinnovare con facilità durante la giornata e soprattutto non rinunciare a tonalità luminose che possono esaltare il viso in foto.

False regole e semplificazioni poco utili

Un matrimonio, con i suoi numerosi cambi di scena, non può essere paragonato completamente ad un servizio fotografico di moda e ancor meno in studio, due situazioni in cui ogni particolare è studiato nei minimi particolari. Nell’arco della giornata il trucco risulterà modificato da diversi tipi di luce e, per questo motivo, il make up sposa realizzato in casa con una luce artificiale, potrebbe non essere più giudicato soddisfacente una volta esposto alla luce solare. La soluzione al problema sembra a portata di mano se consideriamo che il rapporto tra make up e luce viene schematizzato in due categorie: “trucco da giorno” e “trucco da sera”. Questa semplificazione non del tutto corretta, perde valore se applicata al make up sposa, perché sappiamo bene che durante un matrimonio i passaggi tra ambienti esterni ed interni sono numerosi. Altra falsa regola da accantonare è quella di restringere la scelta dei colori ai soli toni pastello oppure a tutte le sfumature di rosa e marrone. Questa convinzione può diventare la causa di molti trucchi insoddisfacenti, mentre l’analisi di tutte le caratteristiche del soggetto deve essere la prima regola da seguire, tanto da precedere, durante la realizzazione del make up sposa, consigli e tutorial.

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017