Excite

Katy Perry mette lo smalto a un'elefantessa: il PETA in rivolta

  • Roar

di Silvia Tozzi

Katy Perry criticatissima dal PETA e dagli animalisti per il video di Roar, in cui parla della vita e dell'amore con la metafora della boxe, ma il cui titolo, letteralmente, è Ruggire (fa il verso a Eye of the Tiger, colonna sonora di Rocky). Essendo quindi Ruggire, si è deciso di ambientarlo in una giungla con scimmiette, coccodrilli, tigri ed elefanti che interagiscono con la bella cantante. Il video - già accusato di plagio - ha rimandi a I Predatori dell'Arca Perduta e a Tarzan, inizia con l'immagine, un'illustrazione di un libro, di un aereo che si schianta nella foresta. Inizialmente in scena c'è un uomo, che si fa autoscatti col telefonino e fa portare a Katy la propria borsa. Poi Katy resta sola e inizia la sua trasformazione nella tigre, regina della foresta. Sul finale, Katy mette un collare alla tigre, diventata una sorta di gattina.

Katy Perry, concerto a Parigi

In particolare, contestatissima la scena in cui Katy passa lo smalto rosa all'elefante. Per lei probabilmente è una scena scherzosa, con il rosa bubblegum che la caratterizza sulle unghie dell'animale, ma per chi ama gli animali il gesto è offensivo e doloroso. E non solo perché lo smalto non è cosa da bestie. Katy ha spiegato che il suo animale preferito (quindi altro che computergrafica!) era "Suzy, l'elefantessa, non la smetteva di mangiare tutto!" (comportamento che indica stress).

Le foto di Katy Perry

Ora la produzione sostiene che gli animali erano in computergrafica, ma il messaggio trasmesso per la PETA è in ogni caso sbagliato. “Il Serengeti Ranch, espositore di animali che crediamo abbia fornito quelli per il video Roar, è stato ispezionato dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti 22 volte a partire dal 2001 subendo 13 richiami nel corso degli anni". Aggiunge Merrilee Burke, di PETA, al The Daily Star: "Gli animali usati per intrattenimento sopportano orribili torture e soffrono a causa della prigionia, dell'isolamento e dei violenti metodi di addestramento. Sono stressati e ansiosi, soprattutto quando costretti a lavorare in un ambiente che non conoscono".

Katy Perry sexy su Esquire

La PETA, che si occupa della difesa dei diritti degli animali, ha un notevole potere mediatico. Ha spesso criticato varie popstar per quello che considera uso indiscriminato degli animali nei loro video e nelle performance. Ad esempio, contro Britney Spears per la sua celeberrima performance ai VMA del 2001 (pitone), oppure quelle contro il video di Together Again di Janet Jackson (1997) (era coperta di pellicce).

Katy Perry, topless per Esquire

Roar è al numero uno della classifica dei singoli in Gran Bretagna. e' il lancio dell'album Prism - in uscita il 22 ottobre - e ha già venduto 179.500 copie in una settimana. E' anche il terzo singolo di vendita più veloce in Gran Bretagna quest'anno dopo Wake me Up di Avicii e Blurred Lines ft TI & Pharrell Williams di Robin Thicke.

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017