Excite

In-Forma per l'estate: miracoli con la dieta Dukan

Gisele Bündchen e Jennifer Lopez sono adepte fedelissime e la adottano in previsione dei prestigiosi red carpet. Anche Carole Middleton, mamma di Kate, ha confessato di averla già provata con ottimi risultati e di volerla ripetere prima delle nozze reali che si terranno il prossimo 29 aprile tra sua figlia e il principe William d’Inghilterra. Il vademecum che vogliamo proporvi in questa prima parte della nostra rubrica prende spunto dalla dieta Dukan (diventata anche libro edito da Sperling & Kupfer) e servirà a farvi ritrovare la linea in vista dell’estate.

Guarda le foto della splendida Gisele

L’innovativo programma alimentare è stato redatto da Pierre Dukan, nutrizionista e psicologo francese seguito da una schiera di oltre 13 milioni di persone in tutto il mondo. Il segreto del suo menù risiede nel fatto che pare funzioni davvero. 144 Blog e i siti ufficiali dicono che sia possibile raggiungere il peso desiderato senza sacrifici terribili, pasti da saltare, ore di allenamento estenuante ma, al contrario, mangiando cinque volte al giorno negli orari e nelle quantità desiderate. Non è magia, dovete mettenere nel piatto solo alcune categorie di alimenti. La bibbia Dukan è divisa in quattro fasi.

Fase 1: l'attacco. Per una settimana intera vi nutrirete solo di proteine. Via libera, dunque, a bresaola, prosciutto sgrassato, salmone, yogurt, hamburger, cozze, surimi ecc, da abbinare fra loro a seconda dei gusti e nella quantità che vi permette di sentirvi sazie. Non deve mancare 1, 5 litri di acqua iposodica a cui si possono aggiungere caffè, tè e tisane, e un cucchiaio e mezzo di crusca d’avena nei vari alimenti per favorire il senso di sazietà e l’apporto di fibre. Fase 2. Il menù si allarga ed entrano a farne parte anche le verdure, crude o cotte, eccezion fatta per patate, carciofi e mais. Attenzione però. 'Chi decide di seguire questa dieta 'scorciatoia' deve essere in buono stato di salute con certificato annesso', precisa il Professor Pietro Antonio Migliaccio, specialista in Scienze dell’alimentazione. 'Nei primi 15 giorni di dieta si assumono grandi quantità di proteine. Questo fa diminuire le riserve di grasso e soprattutto favorisce l’eliminazione di molta acqua. Il peso in questo modo si perde e in fretta'.

Fase 3. A questo punto i chili di troppo saranno spariti e il terzo step servirà a consolidare il risultato raggiunto e avrà una durata variabile a seconda dei chili che avete perso. Dovrete calcolare 10 giorni per ogni chilo perso. Il diario alimentare si arricchisce ulteriormente grazie all’aggiunta di frutta, formaggio stagionato e pane integrale. Ammessi anche legumi, patate, riso e pasta ma solo due volte alla settimana. Potete addirittura concedervi due pasti liberi. L’importante è che per un giorno alla settimana vi comportiate come nella fase d’attacco, mangiando quindi solo proteine. Fase 4. La dieta è terminata perché giunti a questo punto l’ultimo gradino segna il ritorno all’alimentazione abituale. Per mantenere i risultati nel tempo, evitando il fastidioso effetto yo-yo (causa di antiestetiche smagliature), Dukan suggerisce di non fare mai a meno della crusca d’avena, mangiare solo proteine pure una volta a settimana e camminare almeno 30 minuti ogni giorno.


(© LaPresse)

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017