Excite

Il correttore minerale, funziona?

I prodotti minerali dedicati al make-up stanno riscuotendo un grande successo ma anche alcuni dubbi sulla loro efficacia. Alla domanda: Il correttore minerale, funziona? questa guida risponde analizzando gli aspetti positivi e negativi di questo prodotto che associa a un effetto naturale una coprenza e sfumature di colore che possono variare secondo l'incarnato e la metodologia di applicazione.

    maybelline.com

Il correttore minerale: quando e come funziona

Il rispetto verso la propria pelle passa attraverso i prodotti minerali ma per i correttori ci si interroga sulla efficacia. Questi hanno il grande pregio di coprire le imperfezioni senza soffocare la pelle ma una domanda ricorrente sembra essere: "Il correttore minerale, funziona?". La prima cosa da dire è che questo prodotto è formato da polvere finissima, minerale, che permette alla pelle di respirare: se applicato sui brufoli non si avrà un effetto moltiplicatore come accade con altri prodotti. Si tratta comunque di un minerale e come tale non è formato da olii e siliconi ma solo da minerali: il risultato, una volta applicato il prodotto, non sarà un effetto cerone totalmente coprente ma qualche cosa di più tenue. La coprenza, però, può essere aumentata con una applicazione idonea, cioè aumentando le passate, sfumando e ripassando ancora il prodotto. Se il correttore è usato dry la coprenza può, in alcuni casi, rivelarsi limitata ma se si bagna il pennellino e lo si passa nel prodotto l'effetto coprente aumenta, la stessa cosa accade se invece dell'acqua si usa un po' di crema. Ancora meglio se invece del pennellino si applica il prodotto con un dito: infatti in questo caso la polvere viene scaldata e penetra meglio.

Una diversa contestazione è che il correttore secca la pelle se usato per coprire le occhiaie. La pelle intorno agli occhi non è mai molto idratata ed è quindi opportuno passare un prodotto idratante prima di applicare il correttore: la crema dovrà essere a rapido assorbimento e non troppo grassa per non avere un effetto a macchia. Sempre per quanto riguarda il contorno occhi può accadere che il correttore applicato per nascondere le occhiaie metta in evidenza tante piccole rughette della pelle: in questo caso sarà sufficiente usare un pennello flap top molto denso e con la testa piatta: la densità delle setole eviterà che si evidenzino le rughe. La coprenza che si ottiene con il flap top è maggiore di quella che si avrebbe con un pennello kabuki.

Rispetto al colore del correttore chi ha la carnagione scura può avere problemi a coprire le occhiaie con il correttore giallo che si rivela più adatto a chi ha un incarnato pallido. Infatti questa è una delle contestazioni di chi possiede una pelle mediterranea perché la copertura delle occhiaie si trasforma in antiestetici segni gialli. Però esiste il rimedio: dopo aver applicato il correttore giallo (ottimo coprente per le occhiaie violacee) si applicherà un secondo correttore color carne che annullerà l'effetto giallo.

Il correttore e i colori: scegliere quelli adatti

Questa breve guida ha cercato di rispondere all'interrogativo: Il correttore minerale, funziona? analizzando le contestazioni più frequenti e suggerendo la soluzione. Se non si è alla ricerca di un effetto totalmente coprente il correttore minerale apporta luminosità alla pelle oltre che un aspetto estremamente naturale. Inoltre è da ricordare che esistono anche correttori di diverso colore a seconda dei bisogni: verde per l'acne e gli arrossamenti e color pesca per gli incarnati olivastri.

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017