Excite

I belli sono più sani dei brutti: ecco la ricerca che toglie le speranze a chi deve puntare sulla simpatia

  • Getty Images

Sani, quindi belli, e viceversa. No, non è solo un'accoppiata da sogno, ma la triste realtà che condanna i brutti e normodotati ad essere meno in salute di chi è già stato aiutato da madre natura nell'aspetto.

Civi di X Factor, da brutto anatroccolo a cigno: guarda le foto

A rivelarlo è una recente ricerca svolta dalla University of Cincinnati pubblicata sulla rivista Evolution and Human Behaviour, che sembra non lasciare alcuna speranza a tutti coloro che non hanno avuto la fortuna di nascere belli: saranno destinati ad essere anche più acciaccati dei “colleghi splendidi”.

Secondo lo studio statunitense, infatti, chi nasce geneticamente bello ha molte meno possibilità di essere colpito da una serie di patologie più o meno gravi. La teoria non è campata per aria, ma è il risultato di un'analisi che ha coinvolto ben 15 mila persone di sesso maschile e femminile, con età compresa tra i 24 e i 35 anni.

Il campione era molto ampio, ed è stato suddiviso in cinque “livelli di fascino”. La interviste hanno confermato quella che è anche una realtà legata al dna: i geni sani, infatti, sono manifestati proprio attraverso la bellezza estetica.

Qual è invece il triste destino di chi ha geni imperfetti, quindi appare quantomeno bruttino? Quello di soffrire piccole e grandi patologie a vita, almeno secondo quanto rivela tale ricerca. Ansia, pressione e colesterolo alti, diabete, sono solo alcuni dei problemi di salute in cui i non belli incorrono in maniera largamente maggiore rispetto ai bellocci.

Tale disparità è dovuta anche ad una triste, innegabile realtà: chi è bello per natura e sa di esserlo, nella maggior parte dei casi dopo la giovanissima età si cura di più, fa più sport, segue una dieta, eccetera. Chi invece, nonostante gli sforzi, non può ambire ad un fascino ammaliante, in molti casi si lascia andare, spesso con abitudini sedentarie, un'alimentazione sbagliata e, nei casi più estremi, una vita in isolamento. Insomma, siamo sicuri che la causa di fondo di questo binomio salute – bellezza non sia semplicemente la rassegnazione di chi si guarda allo specchio e non vede ciò che vorrebbe?

Pubblicato da Tania Comi - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Tania Comi

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017