Excite

Vip col parrucchino: da Antonio Conte all'insospettabile Ben Affleck, le foto

A cura di Silvia Artana

Attori, sportivi (la categoria più numerosa, probabilmente), presentatori tv, chef e anche diverse donne: la moda della parrucca, o del parrucchino o toupet per i signori uomini, non conosce confini di genere né geografici ed è molto più diffusa di quanto si possa immaginare. Certo, in alcuni casi il 'ritocco' è conclamato, come nell'ultimo eclatante di Sandro Mayer o in quello ormai celebre dell'allenatore della Juventus Antonio Conte, ma in tanti altri invece è meno evidente, quando del tutto invisibile. Un po' come per l'insospettabile Ben Affleck, costretto a portare un impianto in seguito a problemi di salute, e il collega attore (e sex symbol) Brendan Fraser. Foto Getty Images.
Ma i casi di ricrescita tricologica miracolosa non mancano e basta avere buona memoria o un po' di spirito di osservazione per notare il rinfoltimento sospetto dei capelli di divi come John Travolta e Nicolas Cage, dei cantanti nostrani Marco Masini e Francesco Baccini, di icone della musica internazionale quali Axl Rose (che a dire il vero ha optato per un improponibile toupet con le treccine...) ed Elton John e dello chef urlatore per antonomasia Gordon Ramsey (ma a lui guai farglielo notare: pare che reagisca con la calma che l'ha reso famoso in tv...).
Gli sportivi, poi, sembrano davvero ossessionati dai loro capelli. Oltre al già citato Antonio Conte, il cui 'gatto' è oggetto degli sfottò delle curve degli stadi di tutta Italia, anche Salvatore Schillaci, Max Biaggi, Wayne Rooney e Wesley Sneijder hanno messo mano alle chiome, rimpinguandole in maniera sostanziosa e in certi casi ridicola (tipo il calciatore inglese del Manchester United e della nazionale britannica). Andre Agassi ha invece dichiarato senza vergogna nel suo libro autobiografico che i lunghi capelli biondi dei tempi d'oro erano una parrucca.
Gli sportivi, poi, sembrano davvero ossessionati dai loro capelli. Oltre al già citato Antonio Conte, il cui 'gatto' è oggetto degli sfottò delle curve degli stadi di tutta Italia, anche Salvatore Schillaci, Max Biaggi, Wayne Rooney e Wesley Sneijder hanno messo mano alle chiome, rimpinguandole in maniera sostanziosa e in certi casi ridicola (tipo il calciatore inglese del Manchester United e della nazionale britannica). Andre Agassi ha invece dichiarato senza vergogna nel suo libro autobiografico che i lunghi capelli biondi dei tempi d'oro erano una parrucca.
Infine, all'appello non mancano naturalmente i vari Pippo Baudo e Silvio Berlusconi, ma nel lungo elenco c'è pure qualche donna, come Beyoncé e Jessica Simpson. Per queste ultime, però, la parrucca non serve a coprire una calvizie incipiente, ma a essere sempre perfette e a cambiare look al passo con i tempi.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018