Excite

Donna Karan, la vita è zen

Donna Karan, celebre nome del fashion system americano, ha abbracciato la filosofia del pensiero positivo e per diffonderne il verbo ha dato vita, insieme alla collega inglese Sonja Nuttall, alla Urban Zen Foundation, una fondazione filantropica che ha tra i suoi obiettivi il miglioramento della sfera del benessere personale attraverso workshop, forum, mostre e convegni con specialisti del settore. Un progetto di well being rivolto non solo a persone in gravi difficoltà sociali ed economiche o afflitte da mali incurabili, ma anche a tutti coloro che, quotidianamente, combattono contro i piccoli e grandi stress dell'esistenza.

Lush e la cosmesi ecosostenibile

L'iniziativa ha preso piede dopo la morte per cancro del secondo marito della signora Karan, Stephen Weiss. "Ho passato tanti anni accanto a lui, entrando e uscendo dagli ospedali. E ho avuto modo di capire che, nonostante i passi avanti della medicina, era il male di mio marito a venir curato, non mio marito". Una consapevolezza che prima ha spinto la stilista a cercare di alleviare le sofferenze spirituali del compagno: "mi sono portata in ospedale la mia squadra di terapisti olistici, maestri di yoga, agopuntori, specialisti in medicina cinese e nutrizionisti" e poi l'ha convinta della necessità di rendere accessibile questo aiuto al maggior numero possibile di persone in difficoltà: "il nostro primo obiettivo era creare delle terapie che integrassero le cure mediche per dare sollievo interiore ai malati e alle loro famiglie".

Un obiettivo raggiunto con successo dalla Urban Zen Foundation, che a fianco di iniziative volte al ritrovamento di un benessere immediato - come le sessioni di yoga in Times Square - propone raccolte fondi e campagne di sensibilizzazione per le mamme e i bambini dei paesi più svantaggiati e spazi per l'arte e la cultura particolarmente attenti alle idee eco ed equo friendly e ai talenti emergenti.

Foto: en.wikipedia.org

bellezza.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017