Excite

Dentifricio sui brufoli, funziona?

Molti si chiedono se il dentifricio sui brufoli funziona. E' uno dei cosiddetti "metodi della nonna" e viene spesso usato come metodo casalingo per asciugare quei brufoli fastidiosi che crescono sopratutto in erà adolescenziale, ma non solo. Il successo di questo rimedio è da attribuire al basso costo del prodotto, alla sua facile reperibilità e perchè solitamente c'è da dirlo, funziona. E' sufficiente una piccola applicazione per ottenere il disseccamento del brufolo, è un rimedio facile che non richiede accorgimenti d'uso particolari, se non una buona pulizia delle mani prima dell'applicazione e del viso successivamente al trattamento. Inoltre non provoca problemi dermatologici se si osservano alcune semplici precauzioni.

Come applicare il dentifricio sui brufoli

Questa tecnica per sbarazzarsi dei brufoli è semplice, anche se ovviamente non ha effetto permanente. E' un procedimento che non costa molto e che si può fare tranquillamente a casa. Il primo suggerimento riguarda il dentifricio sbiancante: va infatti evitato in quanto va ad aggravare una situazione di pelle sensibile ed è meglio non utilizzarlo se si possiede questa caratteristica dermatologica.

Il primo step nell'applicazione del dentifricio consiste nella pulizia del viso con acqua tiepida, necessaria per eliminare le tracce di trucco e le impurità. Si consiglia l'utilizzo dei guanti per assicurare condizioni di pulizia massime, in quanto le mani vengono a contatto con batteri che possono infettare la zona colpita.

Il secondo step consiste nell'applicazione. Sarà sufficiente una piccola quantità.

Il terzo step consiste nell'asciugatura. In caso di pelle normale si può lasciare ad asciugare tutta la notte, mentre in caso di pelle sensibile è sconsigliato. Nel caso in cui il dentifricio cominci a bruciare la pelle, è necessario lavarlo via immediatamente.

Il quarto e ultimo step consiste nella rimozione del dentifricio che di certo non è semplice. Questo perchè nel frattempo si sarà indurito e perciò andrà eliminato con acqua calda e un panno morbido o una spugna.

Il dentifricio sui brufoli funziona se vengono rispettate queste tappe nella sua applicazione.

Alcuni consigli utili

E’ necessario seguire questa procedura per ottenere risultati efficaci. Per lenire la pelle si può usare una crema idratante dopo aver lavato via il dentifricio. Gli ingredienti del dentifricio disidratano i pori, rimuovendo lo sporco e il sebo, funzionando in modo analogo ad una maschera di argilla. Tuttavia occorre prestare attenzione a non irritare la pelle o causare ulteriori danni. Il dentifricio infatti va utilizzato solo se i brufoli non sono spuntati, lo strato esterno della pelle deve essere ancora intatta. Inoltre si consiglia di utlizzare la forma di pasta, non il gel perché è più probabile che quest'ultimo bruci la pelle. Il momento migliore per utilizzare questo trattamento sui brufoli è prima di andare a letto.

Siccome gli ingredienti del dentifricio seccano la pelle, non è consigliabile utilizzare questo metodo più di una notte alla volta. In caso di pelle molto sensibile o soggetta a forme gravi di acne, si può provare una piccola applicazione di un normale dentifricio su un brufolo in una parte poco appariscente del viso e lasciarla asciugare per pochi minuti. I prodotti sbiancanti o al fluoruro, che hanno maggiori probabilità di aggravare la sensibilità della pelle, vanno evitati.

Un metodo che funziona

Ogni pelle reagisce in modo diverso a questo trattamento per cui il successo non è assicurato. Andrebbe infatti prima testato, applicando parte del dentifricio su una zona del proprio viso. In linea di massima il dentifricio sui brufoli funziona e può aiutare ad asciugarli ma è un metodo sporadico che va accompagnato ad una pulizia quotidiana del viso.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017